Progetto

Finalità e Modalità

O.C.T.A.E.R. è un acronimo, e sta per Osservatorio sulla Cultura, il Turismo e l’Audiovisivo in Emilia-Romagna.

Il progetto O.C.T.A.E.R. (ideato e gestito da Com2, a partire dal 2018) mira a sostenere sempre di più la promozione, l’innovazione e la sostenibilità nell’ambito dei settori culturali, turistico-ricettivo e audiovisivo nella Regione Emilia-Romagna.

Nel 2022 passa da semplice dipartimento di analisi ad associazione autonoma senza scopo di lucro.

finalita2

Dal 2018 ad oggi ( prima come dipartimento di analisi e poi come associazione), tramite incontri, tavoli di confronto, questionari, sondaggi ed altri tipi di relazioni e laboratori,  si impegna a recepire le concrete esigenze e i reali bisogni degli operatori dei comparti sopramenzionati , facendone un punto di partenza per la creazione di soluzioni, strumenti e opportunità. Partendo dai dati che raccoglie periodicamente, e dai confronti per mezzo di tavoli di lavoro, seminari, conferenze e altre opportunità di analisi e condivisione, svolge due importanti attività:

  • Un’accurata analisi delle criticità esistenti nei vari ambiti e delle potenzialità ancora inespresse; e di seguito formuliamo soluzioni concrete
  • L’elaborazione di proposte e attività mirate a sostegno dei settori di cui sopra

L’iniziativa O.C.T.A.E.R. è di estrema utilità per la Regione Emilia-Romagna, come si può evincere dai dati sul turismo e la cultura nel territorio. Innanzitutto, la regione Emilia-Romagna si posiziona come una delle principali destinazioni turistiche europee, accogliendo oltre 11,5 milioni di visitatori all’anno e generando 50 milioni di pernottamenti. Il fascino unico delle attrazioni storiche, culturali, artistiche, sociali, industriali ed economiche offre ai visitatori un’esperienza autentica dello stile di vita italiano. L’importanza del turismo e della cultura per l’economia della regione è quindi indiscutibile.

In questo contesto, O.C.T.A.E.R. svolge un ruolo fondamentale nel supportare la promozione, l’innovazione e la sostenibilità dei settori culturali, turistico-ricettivo e audiovisivo. La raccolta e l’analisi dei dati, insieme al confronto con gli operatori del settore, permettono di identificare criticità e potenzialità, elaborando così soluzioni concrete e proposte di sostegno.

In conclusione, il progetto O.C.T.A.E.R. offre una vasta gamma di servizi e opportunità che possono contribuire a rafforzare il settore della cultura e dell’audiovisivo, favorendo la formazione professionale, l’aggiornamento, il reclutamento, il networking, la comprensione del mercato e la collaborazione.

finalita3

Perché proprio Com2 a capo di questa iniziativa?

Com2srl è il socio fondatore dell’associazione O.C.T.A.E.R.

Com2 Srl può essere considerato il soggetto ideale per promuovere tale progetto per vari motivi.

Innanzitutto, Com2 Srl ha una vasta rete di partner, che si estende a oltre 3000 entità tra cui aziende e altre organizzazioni. Questi partner sono coinvolti in diversi settori, tra cui la filiera turistica e culturale, la produzione e la distribuzione cinematografica e audiovisiva, il terzo settore, e l’editoria, la ricerca e l’istruzione, e molto altro. Tale rete potrebbe fornire una varietà di risorse e competenze che potrebbero essere utili per il progetto O.C.T.A.E.R.

Inoltre, Com2 Srl ha una solida esperienza nel settore della formazione professionale, specializzandosi in vari ambiti tra cui la comunicazione aziendale e interpersonale, la cultura, il turismo, il marketing, lo storytelling, l’innovazione digitale e la sostenibilità nel campo degli eventi e degli spettacoli, la tecnologia dell’informazione e della comunicazione, e l’intrattenimento e l’audiovisivo. Questa esperienza e specializzazione potrebbero essere molto utili per portare avanti un progetto di osservatorio come OCTAER, specialmente se il progetto richiede un’ampia gamma di competenze e una vasta rete di partner.

In aggiunta, la sede di Com2 Srl in diverse regioni italiane (Emilia-Romagna, Lazio), insieme alla sua capacità di operare su varie province, significa che ha un’ampia portata geografica. Questo potrebbe permettere di avere un impatto più ampio e di coinvolgere una gamma più ampia di stakeholder nel progetto O.C.T.A.E.R.

Infine, l’esperienza di Com2 Srl nel gestire vari progetti formativi finanziati con fondi regionali e Fondi FSE indica che ha la capacità di gestire con successo progetti di larga scala. Questo potrebbe essere particolarmente utile per portare avanti un progetto come O.C.T.A.E.R., che potrebbe richiedere una gestione di progetto efficace e la capacità di ottenere e gestire finanziamenti.

Pertanto, Com2 Srl, con la sua vasta rete di partner, la sua ampia gamma di competenze e esperienze, la sua portata geografica e la sua comprovata capacità di gestione di progetti, sembra essere ben posizionata per portare avanti il progetto dell’osservatorio O.C.T.A.E.R.

perche-com2

Di chi ci occupiamo e chi dovrebbe aderire ad O.C.T.A.E.R.?

O.C.T.A.E.R. è l’unico organismo che svolge una prassi del genere, e che la svolge in questo modo: restando sempre in contatto con le aziende della filiera, ascoltando i bisogni, e costruendo figure professionali su misura per rispondere alle necessità e seguenti realtà:

  • Compagnie di spettacolo, danza, musica,
  • Teatri, musei, fondazioni, gallerie,
  • Associazioni culturali, enti del terzo settore,
  • Agenzie di eventi e promozione del territorio,
  • Scuole di musica
  • Case di produzione e distribuzione audiovisiva
  • Emittenti radio/tv
  • Editoria e giornalismo (in tutte le sue forme)
  • Alberghi, ristoranti e altre aziende turistico-ricettive
  • Agenzie di viaggio, Tour operator, pro-Loco e realtà di promozione turistica
  • Liberi professionisti dei settori turistico, culturale, audiovisivo
  • Startup creative e culturali

Confronto con i partner Europei

Grazie al progetto Beyounet di COM2 ( network di 145 partner europei, che collaborano per presentare insieme progetti relativi ai vari bandi diretti), gli aderenti ad O.C.T.A.E.R. potranno anche confrontarsi periodicamente e collaborare con imprese e colleghi internazionali.

Vuoi avere informazioni sull'Osservatorio?