Cosa Facciamo

Cosa offriamo Gratuitamente a chi aderisce al progetto O.C.T.A.E.R.?

Ecco l’elenco dei servizi che offriamo gratuitamente a tutti i soggetti che aderiscono al nostro Osservatorio:

  • Possibilità di accogliere in stage curriculare i diplomati dei nostri corsi specialistici e inerenti ai settori cultura, turismo e audiovisivo, che si tengono in tutte le province dell’Emilia-Romagna.
  • Opportunità di contribuire concretamente e in prima persona; (compilando questionari mirati) alla creazione di nuovi corsi di formazione, miranti a formare specifiche figure, ossia quelle che realmente servono nei settori sopracitati. I nostri piani formativi nascono dalle vostre esigenze attuali, vogliono essere perfettamente aderenti alla realtà dei fatti, non alla semplice teoria.
  • Servizio gratuito ricerca e individuazione figure professionali specifiche (novità del 2022).
  • Opportunità di seguire gratuitamente a corsi di formazione (specialistici o di aggiornamento) finanziati dalla Regione Emilia Romagna, progettati (in base alle esigenze raccolte attraverso O.C.T.A.E.R.) da Com2i, in collaborazione con alcune università, tra cui Unitelma Sapienza, Iuline, Accademia Belle Arti di Rimini, Conservatorio di Ferrara, Ravenna, Piacenza, etc.
  • Partecipazione a corsi di aggiornamento, seminari e workshop gratuiti (in presenza o in modalità online).
  • Una consulenza annuale gratuita  per ognuno di questi sprofessionisti Avvocato – Commercialista – Analista Marketing – Esperto in Startup. Esperto in Certificazioni e schemi di organizzazione aziendale – Esperto transizione digitale/ intelligenza artificiale.
  • La possibilità di offrire le proprie competenze in aula come docente, esperto o testimonial (debitamente retribuito) nei corsi organizzati da Com2 o da altri Enti formativi partner.
  • La possibilità di proporre spazi, aule, location per eventi formativi, laboratori, e alte attività non formali legate all’apprendimento e alla trasmissione di competenze.
  • La possibilità di ricevere gratis ricerche di settore, analisi e relazioni utili ai comparti sopracitati.
  • Partecipazione a tavole rotonde ( in presenza o in modalità online).
  • Analisi del fabbisogno piani di formazione mirati alle proprie aziende.
  • Partecipazione dei rappresentanti delle organizzazioni aderenti ad  attività di networking e scambio di opportunità, esperienze, strumenti, risorse, competenze.
  • Seminari gratuiti online e in presenza sulle novità dei settori cultura e turismo dal punto di vista del marketing, delle norme, dei finanziamenti e degli incentivi, delle tendenze, etc.
  • Possibilità di chiedere, agli altri aderenti, tramite comunicazioni periodiche gestite da OCTAER (newsletter o mail specifiche per il networking e le collaborazioni tra aderenti) supporto o collaborazione per presentazione o gestione progetti (lettere di sostegno, collaborazioni professionali, forniture consulenze, strumenti, location,etc).
  • Analisi bandi collegati a finanziamenti diretti e indiretti e possibilità (in base al numero di richieste) di sessioni formative a riguardo.
  • Servizi gratuiti di politiche attive del lavoro per i settori culturali, turistici e dell’audiovisivo (Com2 è anche agenzia del lavoro regionale – Vedi Selecter) attivazione tirocini, formazione obbligatoria, selezione e valutazione personale, certificazione competenze, orientamento, etc.

Cosa chiediamo a chi si iscrive all’Osservatorio?

Poche semplici cose:

  • Avere la pazienza di compilare due o tre volte all’anno dei brevissimi questionari che ci servono a capire: che tipo di corsi servono al vostro settore; che tipo di figure professionali volete che noi andiamo a formare; che genere di servizi possiamo attivare oltre a quelli che già offriamo; quali sono le vostre criticità (che ci preoccuperemo di comunicare sui tavoli della Regione).
  • Sostenere moralmente alcune delle nostre iniziative ( cosa che si traduce ad esempio nel firmare una lettera di sostegno, patrocinio morale o avallo delle nostre attività formative).
  • Valutare la possibilità, quando questo sia possibile, di accogliere in stage curriculare (ossia senza costi per l’azienda).
  • Avere voglia di un cambiamento positivo.
  • Seguire, quando possibile, quei workshop o quelle attività gratuite che siano considerate utili e strategiche per la propria attività.

Vuoi avere informazioni sull'Osservatorio?